PRIMA MANO PRIMITIVO 2012

PUGLIA – INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA

100% Primitivo

Prima Mano è il nostro gioiello più prezioso.
La sua eleganza e la sua complessità lo rendono così differente da tutti gli altri Primitivi di Puglia.

Prima Mano è prodotto solo nelle annate eccezionali ed il 2012 è sicuramente stata una vendemmia eccellente per le nostre uve rosse. Nel 2012 in Puglia abbiamo avuto una meravigliosa lunga estate.
Il mese di Agosto è stato caldo ed asciutto ed ogni sera abbiamo goduto di una brezza fresca. Anche in Settembre ed Ottobre il clima è stato perfetto, con giornate calde e notti asciutte che hanno consentito a tutte le nostre uve rosse di maturare lentamente.

Proviene dalle vigne più vecchie che crescono quasi in riva al mare. Queste meravigliose piante producono poca frutta che solitamente matura molto presto ed appassisce naturalmente.
L’uva, rigorosamente vendemmiata a mano, arriva in cantina dove viene pigiata e lasciata fermentare con i propri lieviti indigeni senza controllare la temperatura del mosto per le prime 48 ore, con frequentissimi rimontaggi che aiutano l’estrazione dei tannini soffici e l’intensità del colore. Poi il mosto viene raffreddato fino a 15°C, per preservare i profumi di frutta fresca e contina la sua lenta fermentazione per altre due settimane.

Prima Mano Primitivo 2012 ha la complessità dei grandi vini. Aromi di more, ciliegie e prugne mature, minerale con note di pepe nero, cuoio e tabacco. E’ concentrato senza essere pesante, rotondo senza essere stucchevole. La freschezza invita ad un altro sorso, il colore è intenso ed il palato vellutato. Siamo convinti che potrà invecchiare meravigliosamente per i prossimi dieci anni.

Per la prima volta, da quando abbiamo cominciato a produrlo, nel Prima Mano 2012 non abbiamo usato le barrique.
E’ un’evoluzione di cui siamo particolarmente orgogliosi.
Niente legno. Puro Primitivo!

Salute.